PITOON – I pitoti in cartoon

Liberodiscrivere Edizioni

 

PITOON
I pitoti in cartoon

L’arte rupestre della Valle Camonica è stata riconosciuta Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco nel 1979 (primo sito italiano) e rappresenta da oltre 10.000 anni un immenso tesoro di figure, immagini, simboli, espressioni della vita quotidiana dell’uomo.

Attraverso un interessante workshop full immersion un gruppo di giovani artisti – fumettisti, cartoonist, vignettisti – guidati da Sergio e Michele Staino, Vanna Vinci e Giovanni Mattioli,  Sauro Ciantini e Stefano Visinoni ha raccontato le incisioni rupestri, che in loco vengono chiamate “pitoti”, utilizzando l’interessante linguaggio satirico del fumetto. Far sorridere o divertire, e quindi far pensare, è un’arte tremendamente seria.

In effetti i giovani artisti sono riusciti a comunicare in modo innovativo la storia di un territorio artisticamente e archeologicamente ricco, inserito nella affascinante cornice di uno stupendo paesaggio naturale.

 

Ecco i loro nomi:

Nicola Ballarini, Loredana Boniotti, Claudio Cominelli, Alessia Corbelli, Stefano Franzoni , Clara Grassi, Stefano Grassi, Iacopo Leardini, Benjamin Thomas Manfredini, Serena Marangon, Letizia Morera, Luca Pedersoli, Bruna Poetini, Tiziana Salvini, Serena Stelitano, Matteo Valdameri, Marta Balduzzi

PITOON, pitoti in cartoon è stato promosso dal Gruppo Istituzionale di Coordinamento del Sito Unesco insieme al Distretto Culturale di Valle Camonica, ed è stato curato dal Centro Culturale Teatro Camuno – Festival Dallo Sciamano allo Showman.

Realizzato grazie al contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.